E’ iniziato il clima natalizio, in questo dicembre sicuramente impegnativo e che conclude un 2018 bello tosto. Mi sento sempre in dovere di sensibilizzare le persone, per quanto mi sia possibile, al pensiero di “cos’è un regalo?” o forse sarebbe meglio dire “cosa c’è dentro il regalo?”

Tutti noi facciamo piccoli o grandi doni per dimostrare in nostro affetto alle persone care, quindi visto che siamo in un periodo, oserei dire “piuttosto burrascoso” a livello climatico per la nostra amata madre terra, vorrei chiedervi, se possibile, di soffermarci un solo minuto quando scegliamo un oggetto o qualsiasi altra cosa che vorremmo donare e chiederci se abbiamo controllato alcuni fattori.

Riveste una particolare importanza, secondo me, anche il principio per il quale scegliamo di acquistare un determinato capo od oggetto.

Nel caso dell’abbigliamento, porgiamo attenzione che sia un tessuto di buona qualità, di origine certificata e soprattutto non sia a bassissimo costo perchè sappiamo che spesso un prezzo al ribasso nasconde sfruttamento del lavoro minorile o peggio o materiali e tinture che poi potrebbero causare danni alla pelle una volta indossati i capi.

Nel caso di una semplice crema mani o di un prodotto per il nostro corpo, se indirizzati quindi verso qualcosa che sia utile per la cura ed igiene della persona, vi ricordo che oltre ad una profumazione piacevole bisogna fare attenzione agli ingredienti che lo compongono, imparando quali siano quelli pericolosi da evitare non è poi così difficile una volta imparato i nomi da cercare, ma ricordate che anche un semplice bagnoschiuma che usiamo per detergere la nostra pelle ha un impatto epidermico non indifferente da non sottovalutare.

Ed il contenitore? sapete che ci sono prodotti con l’involucro realizzato con una plastica biodegradabile? Io lo trovo finalmente una soluzione  importante.

Una scelta consapevole diventa così un’occasione per sensibilizzare a sua volta anche le persone a cui noi facciamo il dono, diffondendo questa attenzione per il benessere nostro, dell’ambiente e per contribuire alla creazione di un futuro migliore nel rispetto della Terra e dell’Acqua.

Vi assicuro non è difficile è una questione semplice di buona abitudine osservare queste piccole grandi cose che poi ci aiutano a stare meglio, io ora provo più gusto a fare i regali “consapevoli” così li chiamo,  perchè mi sembra quasi di fare un doppio regalo :-) uno per la persona amata e uno per tutto ciò che mi circonda.

Io nel mio piccolo ormai ci ho fatto l’abitudine e mi viene spontaneo, il che mi ha portata a scegliere accuratamente due sole aziende, se volete fare qualche regalo di natale e gradite avere anche delle informazioni in più sulla cultura e distillazione dei nostri olii essenziali o sui principi ed ingredienti dei nostri prodotti, mercoledì 12 avrò appositamente qui nel mio centro una persona referente che potrà darvi qualsiasi informazione o curiosità dei nostri prodotti.

Vi ringrazio per l’attenzione e vi saluto con un grandioso augurio di una serena conclusione di questo 2018.